lunedì 31 gennaio 2011

Viva Vermi

ogni volta che apro Viva Verdi dalla SIAE, mi viene voglia di pubblicare un album con Creative Commons.

una bislacca Let there be rock



riporto qua sotto uno dei commenti del Tubo e non aggiungo altro.
Let there be rock!

"Malcolm Young gave it the thumbs up so if an AC/DC member likes it ,all those with negative comments can go and suck a dick........."

domenica 30 gennaio 2011

il debito torinese secondo Chiamparino

Sergio Chiamparino, intervistasto su Radio Tre RAI, ha appena detto che il debito della città di Torino è un debito buono, perchè i soldi sono serviti per la metropolitana, le olimpiadi e la riqualificazione delle piazze, e di queste cose usufruiranno anche le generazioni future.
benissimo, signor sindaco.

punto 1
la metropolitana. la metropolitana è cosa buona e giusta, ma per ora è una linea striminzita. che è un buon inizio, ma assolutamente insufficiente e poco utilizzabile. se uno deve andare da Lì a Là bene, se uno deve andare da Su a Giu, allora ciccia.
ad ogni modo, passi la metropolitana.

punto 2
le olimpiadi. le olimpiadi sono state un disastro, stiamo parlando di impianti costruiti e già smantellati perchè inutilizzabili e con costi di gestione troppo alti.
non venitemi a dire che le spese affrontate per le olimpiadi serviranno ai miei figli. qualche strada forse, è possibile, ma le strade dovrebbero essere lavori ordinari, e non straordinari.
di sicuro mio figlio non lo butto giù col bob dalla pista costruita per le olimpiadi.

punto 3
la riqualificazione delle piazze. la riqualificazione delle piazze bisogna vedere.
sventrare le piazze per farci dei parcheggi sotto, io non lo so, dite che è una riqualifica, a me sembra una cagata. voglio dire, probabilmente è una buona cosa nell'immediato, ma a me sembra una politica tampone, non una ricerca su metodi alternativi. ci sono troppe autovetture in circolazione, c'è l'inquinamento, c'è la crisi della Fiat, prima o poi mancheranno i combustibili, cosa facciamo? sventriamo una piazza e facciamo un parcheggio sotterraneo.
a beh. lo trovo anche in contrasto col punto 1.
altra cosa sulla riqualifica delle piazze, ci sono delle piazze bellissime a Torino, è vero. molto di più oggi che dieci anni fa.
poi bisogna anche vedere cosa ci si fa, nelle piazze.
io il mondo non l'ho girato molto, l'ho girato poco.
però ci sono delle piazze, in giro per il mondo, che magari sono anche meno belle ma uno ci può fare delle cose. è pieno di gente che ci fa delle cose.
a me sembra che le piazze di Torino, ci sia solo una quantità spropositata di locali.
locali su locali.
locali, licenze per locali.
daiquiri, negroni, gin tonic, vodka tonic, ceres, menabrea, americano, martini, san simone, assenzio, gin lemon, vodka lemon, bellini, spritz, aperol, campari, insomma, le piazze di Torino sono piene di un sacco di cose.
che dici Chiamparino, ci facciamo un camparino?

venerdì 28 gennaio 2011

martedì 25 gennaio 2011

a costo di essere un banale esterofilo del cazzo

com'è come non è, alla fine dall'estero ti rispondono sempre tutti.
ti rispondono garbati e competenti. contenti.
poi non so se sono contenti veri, o se fanno finta.
ma va bene anche se fanno finta, insomma, la cosa non mi riguarda.
comunque dicevo, com'è come non è, alla fine dall'estero ti rispondono sempre tutti.
tranne forse qualche parigino, ma chissenefrega, è una pecora nera. gli altri, se non sono parigini né italiani, tutti gli altri ti rispondono.
e ti rispondono pure subito. un'ora, due ore, mezza giornata.
quelli che ti rispondono più tardi sono gli americani, poveracci, magari mentre tu scrivi lì sono le quattro di mattina, ti rispondono sei ore dopo ti chiedono pure scusa.
quelli poi che sono troppo impegnati, che ci sono anche quelli troppo impegnati, quelli troppo impegnati ti risponde un socio, un amico, un assistente, un qualunque stronzo, porca puttana troia, che è lì apposta per fare quello, rispondere alla gente che chiede delle robe.
qua no.
qua è diverso.
qua metti su twitter una parola sbagliata sei già una merda, figurati rispondere alle mail.
ogni volta che ricevo una mail dall'estero mi girano i coglioni, a pensare a quanto siamo degli sfigati.

giovedì 20 gennaio 2011

ciò che non sapevo di Tim Simenon

scopro ora, maledetta ignoranza, alcune chicche degne di nota.
il produttore inglese Tim Simenon, per chi non lo sapesse, è quel tizio che negli anni '90 riunì tutta una cricca sotto il nome di Bomb the Bass con un album spettacolare dal nome Clear, del cui brano Dark Heart (featuring Spikey T), sono da sempre innamorato. uno dei miei brani preferiti di sempre. parliamo del 1994 e fin qua ci siamo, o meglio, c'ero, lo sapevo. giuro.
poi ho scoperto andando a spulciare, che sull'onda dell'entusiasmo gli fecero produrre niente meno che Ultra dei Depeche Mode, altro album spettacolare. dove c'erano Barrel of a Gun e It's No Good, per intenderci. roba forte.
allora continuo a spulciare, e cosa scopro? che nel 1988 il team di Bomb the Bass era già superattivo, e fece uscire un brano dal titolo Megablast. e forse, lo sapevo anche, in qualche angolo del cervello.
quello che proprio non sapevo, o che avevo negligentemente scordato, è che Megablast altro non è, per quelli della mia generazione, che la colonna sonora del mitico videogioco Xenon-2.
e sai cosa? c'era anche scritto grosso come una casa. Music by Bomb the Bass, così c'era scritto sul videogioco, che ce l'avevamo sull'Atari, noi.
solo che io avevo 12 anni, e nel 1988 per me uscì solo ...and Justice for All, non Megablast. cosa di cui vado anche fiero, non capiamoci male.
ad ogni modo.
ecco a voi le due versioni.
Bomb the Bass, Megablast VS Mitmap Brothers - Xenon 2
(per gli impazienti, la seconda versione diventa digitale, vera colonna sonora del gioco, al minuto 1.00)



mercoledì 19 gennaio 2011

Skype-scraper

tempo fa su Skype erano tutti visibili, ti scrivevano e chiamavano amici e nemici ogni tre secondi, era tutto un circo che non si riusciva mica più a lavorare, con tutti questi saluti e salutini.
insomma non si capiva una mazza.
adesso invece c'è questa moda qua dell'invisibile, adesso adottano tutti questa tecnica, sono tutti invisibili. entri in Skype ci sono sempre i soliti tre o quattro coglioni, gli altri che si credono più furbi sono tutti invisibili. non sai mai se ci sono, o se non ci sono, o se ci sono ma sono nascosti, se sono nascosti e non rispondono a nessuno, se sono nascosti e non rispondono solo a te, o se non vedono, o se non sentono, poi parli con uno che doveva parlare con un altro gli dici Ma come, non lo trovi? Pensa che io invece ci ho appena parlato.
insomma non si capisce più una mazza manco adesso, peggio di prima.

l'ultima notte insieme

salutate la signora in poltrona.
domani se ne torna dai suoi.

martedì 18 gennaio 2011

l'insolita minestra

oggi ho inventato una minestra buonissima.
si chiama acqua salata di sedano rapa.
ecco la ricetta, poi fatemi sapere cosa ne pensate.

ingredienti:
un vecchio sedano rapa
mezza carota così così
due grani di pepe rosa
un chiodo di garofano
sale grosso q.b.

preparazione:
prendete il vecchio sedano rapa, mi raccomando che sia ben vecchio, anche di un mese o più andrà benissimo, togliete la parte esterna con un coltello affilato e tagliatelo a dadini. pelate la mezza carota (va bene anche se già un po' molliccia) e tagliate anch'essa a dadini. mettete sul fuoco in una pentola con quattro dita di acqua, aggiungete il sale grosso. coprite col coperchio.
quando l'acqua bolle aggiungete i due grani di pepe rosa e il chiodo di garofano. fate attenzione che il chiodo non sia arrugginito perchè la minestra rimane molto più pesante da digerire.
richiudete il coperchio, fate una telefonata di mezz'ora al vostro ufficio stampa, poi togliete la minestra dal fuoco.
servite ben tiepida senza aggiungere olio.

variante:
se non vi piace il sedano rapa, potete anche non metterlo, va bene anche solo con la mezza carota così così.
in questo caso potete chiamare la minestra semplicemente acqua salata, in quanto del sedano rapa non c'è più traccia.

curiosità:
siccome il sedano rapa quando invecchia ha dei puntini marroni, la minestra assomiglia un po' all'ananas in scatola. se volete fare uno scherzo simpatico, togliete tutti i pezzettini di carota che sono facilmente riconoscibili, poi servite la minestra fredda a fine pasto, possibilmente nelle coppette da dessert e con un po' di brodo, che sarà dello stesso colore dello sciroppo dell'ananas. guarnite con uno o due savoiardi, avendo cura che siano per metà inzuppati di brodo. i vostri ospiti cominceranno sicuramente dal savoiardo, si aspetteranno il gusto di ananas, e invece mangeranno il savoiardo inzuppato nella vostra fantastica acqua salata di sedano rapa!
...successo assicurato!
;-)

sabato 15 gennaio 2011

Ninna Nanna per Berlusconi

oggi dev'essere stata una giornata dura.
e noi gli auguriamo la buonanotte.



She would never say where she came from
Yesterday don't matter if it's gone
While the sun is bright or in the darkkest night
No one knows, she comes and goes

Goodbye, Ruby Tuesday
Who could hang a name on you
When you change with ev'ry new day
Still I'm gonna miss you

Don't question why she needs to be so free
She'll tell you it's the only way to be
She just can't be chained to a life where nothing's gained
And nothing's lost, at such a cost

Goodbye, Ruby Tuesday
Who could hang a name on you

When you change with ev'ry new day
Still I'm gonna miss you

"There's no time to lose", I hear her say
Cash your dreams before they slip away
Dying all the time lose your dreams and you
Will lose your mind, ain't life unkind?

Goodbye, Ruby Tuesday
Who could hang a name on you
When you change with ev'ry new day
Still I'm gonna miss you

Goodbye, Ruby Tuesday
Who could hang a name on you
When you change with ev'ry new day
Still I'm gonna miss you

giovedì 6 gennaio 2011

Tron Log III




Caro Diario,
quasi mi dimenticavo di dirti che la colonna sonora di Tron Legacy mi sa che l'ha fatta Bob Log III, infatti era anche uno degli attori che faceva il cattivo, peccato che non aveva la sua solita chitarra tutta rotta.

MotorPsycho VS MoTronPsycho


Caro Diario,
oggi pomeriggio sono andato al cinema a vedere Tron Legacy.
la cosa che mi è piaciuta di più era il papà del protagonista, che era preciso spiccicato a Snah, il chitarrista dei Motorpsycho.

fresco fresco di Lavinia

la fatica della giovane Lavinia, coordinata da quel pazzo della Matteite.
dateci un ascolto.