venerdì 2 gennaio 2009

è l’idea, che conta. del pompino.

una roba che mi fa tristezza è quando le ragazze che frequento mettono un veto anticipato sull’esito della serata.
tempo fa frequentavo una ragazza, c’eran delle volte, tipo alle feste, oppure ai concerti, oppure quando facevamo tardissimo con degli amici, oppure eravamo in città in qualche locale, quelle volte lì, non tutte, ma alcune di quelle volte lì lei metteva il veto anticipato e diceva Oh, dopo a casa io dormo eh!
io questa cosa non l’ho mai capita continuo a non capirla.
come si fa a mettere un veto anticipato, io non lo capisco. a me non viene, da mettere dei veti anticipati su delle questioni così.
Oh, dopo a casa io dormo eh!
mi vien da dire Ma che ne sai, aspetta, vediamo, magari dormiamo, magari no.
invece no. categorico. Io dormo, come dire Io dormo, Te, fai un po’ quello che vuoi, se vuoi leggere, se vuoi suonare la chitarra, se vuoi farti una sega.

prima di quella ragazza lì frequentavo un’altra ragazza, c’eran delle volte, tipo
quando facevamo tardissimo con degli amici, oppure alle feste, oppure eravamo in città in qualche locale, oppure ai concerti, quelle volte lì, non tutte, ma alcune di quelle volte lì anche lei metteva il veto anticipato e diceva Oh, dopo a casa io dormo eh!
che da un lato, se vogliamo vederne il lato bello, magari vuol anche dire che non è una cosa da nulla, non è una cosa sbrigativa ma è una cosa impegnativa, che ci si impiega del tempo e delle energie, e un po’ magari questa cosa mi fa anche onore.
dall’altra io questa cosa non l’ho mai capita continuo a non capirla.
ad esempio che ne so, è capodanno, son le 3 di mattina, sei casa di amici tutti attorno alla tavola, una bottiglia di grappa che gira, il camino acceso, c’è una bella atmosfera in quel momento lì, e in quel momento lì, che c’è una bella atmosfera, la ragazza che frequenti ti fa, davanti a tutti, Oh, dopo a casa io dormo eh!
a parte che i tuoi amici non dicono nulla perchè magari anche loro han frequentato delle ragazze che alle feste dicevano che dopo loro a casa dormivano, però a vederti dal di fuori, diresti Madonna che tristezza.
invece a vederti dal di dentro pensi anche la stessa cosa, Madonna che tristezza.
è che a me questa cosa del veto anticipato mi suona grottesca. oltre al fatto che mi scende subito tutta la grappa e mi girano i coglioni quando mi scende subito tutta la grappa, che magari c’avevo lavorato due ore, a farmi salire la grappa.
ma indipendentemente dalla grappa questa cosa mi suona grottesca, esattamente come sarebbe grottesco il contrario.

ad esempio che ne so, è capodanno, son le 3 di mattina, sei casa di amici, tutti attorno alla tavola, una bottiglia di grappa che gira, il camino acceso, c’è una bella atmosfera in quel momento lì, e in quel momento lì, che c’è una bella atmosfera, ti giri verso la ragazza che frequenti e le fai, davanti a tutti, Oh, dopo a casa si scopa eh!
grottesco rimane grottesco, ma a dover scegliere, almeno questa versione non è triste. a vederti dal di fuori, diresti Madonna che che coppia.
invece a vederti dal di dentro pensi anche la stessa cosa, Madonna che coppia.
comunque.

la ragazza che frequentavo ancora prima invece, lei no, lei era l’oppsto.
c’eran delle volte, tipo ai concerti, oppure alle feste, oppure eravamo in città in qualche locale, oppure quando facevamo tardissimo con degli amici, quelle volte lì, non tutte, ma alcune di quelle volte lì lei mi diceva Catania, dopo a casa ti faccio un bel pompino.
non lo diceva davanti a tutti, me lo diceva a me.
e io lo trovavo bellissimo.
poi arrivavamo a casa in effetti mi faceva un bel pompino.
ma non è neanche tanto quello. che non sarà una manciata di pompini a cambiarmi il senso della vita. è l’idea, che conta.
sicuramente sarà anche capitato che una volta dopo aver detto Catania, dopo a casa ti faccio un bel pompino, in realtà ci siamo poi addormentati.
così come sicuramente sarà anche capitato che una volta dopo aver detto
Oh, dopo a casa io dormo eh, in realtà abbiam poi fatto l’amore tantissimo.
solo che è l’idea che conta, più che una manciata di pompini.
la S. mi diceva Catania, dopo a casa ti faccio un bel pompino, a me mi è rimasta quella sensazione lì, che la S. quando tornavamo a casa mi facava dei bei pompini.
è una sensazione molto bella.
secondo me, è merito delle parole. anche di tutto il resto, ma più delle parole. sono importanti, le parole.

12 commenti:

Ru ha detto...

maledetti voyeurs, inutile spremersi le meningi, che le iniziali dei personaggi, son finte pure le iniziali, come già ho dichiarato più volte.

Gianfellatio ha detto...

eh già, sante parole queste quà... anche io una volta ciavevo una ragazza che mi diceva sempre che poi a casa dormivamo, però mica io a casa mia e lei a casa sua, tutti e due insieme... poi arrivati a casa lei dormiva e io dicevo "...guarda questa, sarà un pò fredda ma è una che le promesse le mantiene... mica se ne trovano tante così..."; poi ne ho trovate anche che ti dicono guarda che poi a casa ti faccio un pompino poi vai a casa e quelle invece ti scopano proprio, tipo meno fredde ma non mantengono le promesse come guarda che a casa ti faccio un pompino che poi mica è vero... ho capito che la migliore è scopare in macchina, mandare la tipa a casa a dormire (a casa sua però che poi se viene a casa mia mi rompe il cazzo nel letto con le coperte...) e andare a dormire ubriaco sotto un ponte; va che le donne son strane forti, nè...

Ru ha detto...

caro Gianfellatio, ti do il benvenuto nella mia rubrica. la tua visione della problematica è acuta, sempre ammesso che le promesse vadano mantenute.
sulla tua proposta di soluzione del problema, seppur interessante, devo invece farti un semplice appunto.
come si fa a scopare in macchina, se uno non c'ha la macchina?
ti saluto e torna presto a trovarci.

Gianfecondo ha detto...

eh già -.-
Senza macchina.
perchè secondo te esiste nacora qualche piciù che gira senza patente?
E poi il problema sarebbe più grave se avessi la macchina ma non la tipa... o se avessi la tipa come una macchina... o la macchina che è una tipo... o la tipa che è un tipo...
E comunque, son problemi, và... le seghe al volante sono un casino, poi metti che scambi la leva del cambio col tuo amennicolo e ti fai una bella vasectomia per mettere la quarta... ma non la quarta di reggiseno, eh... tipo roba dolorosa...

Anonimo ha detto...

mah non so, io son più che se la cosa bisogna farla, meglio farla per bene. innanzitutto non direi in macchina, tantomeno nella tipo anche se è indespensabile che un qualche tipo ci sia, che la vedo un tantino scomoda.
e poi se proprio si rinuncia a quell'ora di sonno (ma solo quando il tipo ne vale la pena) meglio passare dal pompino alla scopata, meglio ancora se correlata di orgasmo, anche perchè dopo la fatica che ho fatto qualcosa voglio in cambio anche io.
j.w.

PaBs ha detto...

...la tipo però aveva i ribaltabili veloci: leva e via lo schienale scendeva subito...

Anonimo ha detto...

Io sono un ragazzo e qlk settimana fà
ho fatto i pomp a un tipo e mi è piaciuto un sacco

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

I inclination not concur on it. I over nice post. Specially the designation attracted me to study the sound story.

Anonimo ha detto...

Good post and this post helped me alot in my college assignement. Thanks you seeking your information.

Anonimo ha detto...

Well I acquiesce in but I contemplate the collection should secure more info then it has.